Come migliorare la dizione?

Perché si dovrebbe migliorare la dizione?

Per una ragione fondamentale: perchè parlare in dizione italiana corretta è importantissimo quando vogliamo comunicare con efficacia.

Sia che vogliamo vendere o fare una buona impressione ai clienti, sia per parlare in pubblico, trovare lavoro, e altro ancora.

In un colloquio di lavoro ad esempio, la nostra voce e dizione è importante tanto quanto il nostro curriculum vitae, per questo è necessario che tu sappia parlare correttamente.

Parlare in pubblico o, in generale, con altre persone utilizzando una più corretta dizione ti conferisce immediatamente più credibilità e fascino, aumenta la tua cultura percepita e ti rende più autorevole.

Quindi, abbiamo capito che parlare in dizione corretta è molto importante, e se già stai visitando questo sito probabilmente questo già lo sai…

ma allora… Come si può migliorare la propria dizione e modo di parlare o usare la voce?

In questo video Alessandra De Luca spiega quali passi puoi fare per migliorare la tua Dizione.

Alcuni consigli basati sulla sua esperienza, non solo per chi vuole intraprendere una carriera ‘attoriale’ ma anche per qualsiasi persona che abbia compreso quanto un buon modo di parlare può fare la differenza nella propria vita.

1° suggerimento) frequentare un corso di dizione

Il primo modo per migliorare la propria dizione è sicuramente quello di studiarla. Come?

ci sono vari modi per farlo:

  • libri e manuali di dizione
  • corsi online gratis di dizione (ad esempio trovi il nostro corso gratis su YouTube QUI)
  • corsi di dizione dal vivo
  • corsi di dizione online
  • lezioni individuali di dizione

Ti mostriamo meglio tutte queste risorse, valutandone i pro e i contro e vedendo anche i range di prezzo su Questa Pagina.

Tuttavia la cosa più importante nello studio della dizione è sopratutto l’allenamento ed essere guidati nel processo di apprendimento e miglioramento.

Cambiare il proprio modo di parlare e migliorare la propria dizione, eliminando la propria cadenza dialettale o cadenza linguistica (nel caso degli stranieri) è un processo che richiede del tempo.

Infatti  devi abituare il tuo orecchio a riconoscere i corretti suoni e il tuo apparato fonatorio a pronunciare i corretti suoni, e questo richiede un po’ di tempo.

Quanto tempo serve per migliorare la propria dizione?

Dipende. Normalmente dai tre mesi in su.

Proprio per questo come Dizione Digitale preferiamo offrire un percorso completo di 4 mesi che ti guida settimanalmente nel tuo studio e allenamento, e ti permette di avere continui feedback, consigli e supporto.

Ogni risorsa che puoi trovare in commercio, come puoi vedere in questa tabella, ha i suoi vantaggi e svantaggi. Con Dizione Digitale Online abbiamo riunito tutti i vantaggi, cercando di eliminare totalmente le difficoltà, per permetterti di darti un risultato garantito.

2° suggerimento) respira col diaframma

La voce non è altro che respirazione sonora. Quindi la base per parlare bene è.. respirare bene!

Molte persone respirano male, nel senso che usano prevalentemente una respirazione alta: la respirazione toracica.

Mentre invece si dovrebbe respirare col diaframma (o, volgarmente, con la pancia): la cosiddetta “respirazione diaframmatica”

Per capire com’è la tua respirazione, prova a fare un respiro profondo.

Se alzi le spalle e gonfi il torace la tua respirazione è errata: usi la respirazione toracica

Se le spalle restano ferme e gonfi invece la pancia, come se gonfiassi un palloncino, allora va bene: probabilmente stai usando la respirazione diaframmatica

Per migliorare la tua respirazione per il parlato ci sono lezioni ed esercizi specifici che sei guidato a fare in Dizione Digitale Online.

In alcuni casi però, specie se si soffre spesso di voce affannosa o blocchi alla gola che causano ad esempio voce nasale, potrebbe essere necessario anche ridurre le tensioni fisiche ed emotive che ti trattengono, per questo ti consigliamo anche un altro corso: Voice In Flow, dove puoi lavorare di più sullo sblocco fisico per liberare la voce e l’espressività sentendoti sempre a tuo agio.

Altri suggerimenti 6 essenziali per migliorare parlare in modo più efficace

Per raggiungere il obiettivo dovrai imparare a parlare chiaramente e lentamente, a scandire correttamente ogni sillaba e a migliorare la tua dizione.

  1. Fai un respiro profondo
  2. Articola chiaramente le tue parole
  3. Usa il volume della voce appropriato
  4. Parla in modo sicuro
  5. Scegli la semplicità
  6. Parla più lentamente

A questo punto per salutarti, ti invitiamo ad accedere alla nostra Area Gratuita per ricevere altre risorse molto utili! 🙂

Parlare in Pubblico ti fa Paura?

Scopri come azzerare la paura divenendo sicuro e sentendoti a tuo agio mentre parli in pubblico

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di ATTACCO di panico da “Public Speaking”!?

Nel seguente articolo ti daremo la soluzione per questo problema di comunicazione e finalmente poter parlare in pubblico.

Bene, se fai parte di quella piccola percentuale di fortunati che non l’ha mai sofferto puoi anche non andare avanti nella lettura, se invece anche tu, come una grossa percentuale di persone, lo hai sofferto, rallegrati!!

Primo perché non sei il solo… e secondo perché adesso ti darò alcuni consigli per riuscire a migliorare alcuni aspetti chiave, così potrai entrare anche tu nell’arena da gladiatore senza più nessuna paura!

A chi serve saper Parlare in Pubblico Senza Paura?

Erroneamente si pensa che il concetto di “parlare in pubblico” sia legato esclusivamente ad un palco, ad un oratore che parla ad un’assemblea o ad un imprenditore in una riunione!

Niente di più sbagliato!

Fermati a pensare per un attimo quante volte in una giornata ti capita di dover sostenere una conversazione con gruppi, più o meno grandi, di persone:

  • Uno studente deve saper esprimere al meglio i concetti studiati durante un’interrogazione senza farsi prendere dal panico e vanificare le dure ore di studio.
  • Una casalinga potrebbe dover confrontarsi, ad esempio, con gli altri condomini sui problemi del palazzo.
  • Oppure Tu, vorresti riuscire a farti seguire dal tuo gruppo di amici nell’organizzazione di un viaggio per te importante!

In tutte queste occasioni ci si ritrova in una situazione nella quale si è, metaforicamente, su un palco e si deve riuscire a catturare l’attenzione del “pubblico“, coinvolgerlo e persuaderlo, per poter raggiungere il proprio scopo comunicativo.

Quindi il fatto di saper parlare in pubblico senza paura serve a tutti e in qualsiasi occasione!

Cosa succede quando le persone provano a parlare in pubblico?

Le persone vengono attanagliate dal dubbio ed emerge con prepotenza la loro paura più grande: la paura di essere RIFIUTATI, o di fare una brutta figura.

Questo crea così una situazione di forte STRESS che blocca la capacità di eloquio dell’oratore.

È una cosa molto frequente e capita a quasi tutte le persone che non sono abituate a parlare in pubblico: capita quando ci si trova su un palco con tantissime persone, quando si deve fare una riunione con qualcuno di più importante di noi, ma anche se si deve affrontare un discorso tra amici o conoscenti, o una interrogazione a scuola.

MA PERCHE’ CAPITA? Perché nasce questa paura?

Questo succede perché le persone, inconsciamente, non sono CONSAPEVOLI e NON hanno FIDUCIA nella loro VOCE!

Non sanno che la loro Voce è un’Arma Invisibile così potente e così magica che può, allo stesso tempo, fargli vincere facilmente la battaglia nell’arena del Public Speaking, o rivoltarsi contro chi la usa distruggendo la sua performance e mettendolo nel ridicolo.

Proprio per questo motivo, per questa mancanza di consapevolezza, di capacità di utilizzarla e di fiducia, la voce di molti risulta insicura, non chiara, balbettante…

Ecco che allora ci si trova all’improvviso nella situazione di non ricordare quello che si voleva dire, alimentando così, ancora di più, la propria insicurezza.

Il VOLUME della voce si abbassa, la VELOCITA’ aumenta per paura di non ricordare tutto, le PAUSE si fanno esitanti, il TONO monotono…

RISULTATO? UN DISASTRO!

Il pubblico avrà, dopo poco, una perdita di attenzione, coinvolgimento e interesse nel nostro discorso, nonché una brutta ed errata percezione di noi.

Ma tranquilli, LA SOLUZIONE ESISTE!

Imparare ad usare la propria voce e diventare consapevoli di tutte le sue sfumature e potenzialità è il PRIMO e FONDAMENTALE passo da fare.

Quello che devi apprendere è come usare la tua voce in maniera più CHIARA, FORTE e SICURA.

Devi saper variare il TONO, il RITMO e IL TEMPO nel tuo discorso mantenendo così attiva l’attenzione dei tuoi interlocutori, rendendo il tuo discorso COINVOLGENTE e facendoti apparire come una persona INTERESSANTE, PIACEVOLE e COINVOLGENTE.

Diverrai così, in parole semplici…una persona che è bello ASCOLTARE!

Altro aspetto fondamentale è curare la propria PRONUNCIA, ovvero è importante:

  • Saper SILLABARE nella maniera corretta le parole dando a ciascuna la giusta importanza.
  • ARTICOLARE e PRONUNCIARE bene i suoni e le parole in un corretto italiano.
  • ELIMINARE, o almeno diminuire, CADENZE DIALETTALI E CANTILENE così da aumentare immediatamente, credibilità, sicurezza e preparazione percepita da chi ti sta ascoltando.

Accedi all’Area Gratuita e leggi subito il Report Gratuito “Parla in Pubblico Senza Paura” >>

Ma come puoi raggiungere questo?

L’unico modo per migliorare la tua voce e pronuncia è quello di cercare e seguire un Corso di Dizione e Sviluppo della Voce ed esercitandoti ogni giorno con costanza.

Meglio ancora se è un corso dove hai l’insegnante sempre a disposizione per te e dove puoi essere seguito nel tuo percorso di studio, come ad esempio nel nostro corso on-line di Dizione.

Abbiamo inoltre preparato per te QUESTO REPORT GRATUITO (per leggerlo devi semplicemente accedere all’area gratuita con la tua email), dove ti spieghiamo come costruire un discorso e parlare in pubblico senza dover vivere mai più la sensazione di entrare nell’arena dei gladiatori completamente disarmato!

Accedendo all’Area Gratuita puoi anche compilare un questionario per parlare direttamente con noi ricevendo una consulenza gratuita dove ti saremo consigli personalizzati sul tuo studio e miglioramento.

Hai mai curato l’Estetica della tua Voce?

<< Da bambino e da giovane ero timido e non ero un gran comunicatore, anzi parlavo in modo molto veloce e con tono alto, mi mangiavo le parole, non sapevo gestire correttamente il volume, parlavo con una forte cantilena… e la lista dei difetti potrebbe essere ancora più lunga!

Succedeva spesso che, quando parlavo, le persone non mi consideravano o non mi davano importanza. E quando dicevo qualcosa di bello la gente rimaneva neutra o addirittura si infastidiva!

Non riuscivo a comunicare e far vivere negli altri le emozioni che volevo comunicare!

E questo era davvero frustrante!

In realtà, con i miei studi ho poi scoperto che i difetti che avevo io erano molto comuni, praticamente ogni persona soffre di qualche disagio nelle relazioni interpersonali o ha poca efficacia comunicativa proprio perché non ha mai imparato ad utilizzare il proprio strumento principale di comunicazione: la propria Voce! >> Alberto Ranzato

Ti piace la tua voce registrata?

Al 99% delle persone non piace la propria voce registrata. Per due motivi principali:

  • Non sono abituati ad ascoltarla
  • è migliorabile, talvolta molto migliorabile. E questo perché non hanno mai fatto nulla per allenarla!

Ne abbiamo già parlato anche in questo articolo: “Perché non ti piace la tua voce registrata

La voce è esattamente come il nostro fisico.

Se non facciamo mai attività fisica, mangiamo troppo e non ci prendiamo cura di noi stessi, il nostro corpo passerà dall’essere potenzialmente un “fisico perfetto” all’essere un corpo malato, bloccato e in sovrappeso.

Le persone sono molto consapevoli del fatto che devono fare una dieta bilanciata, prevenire le malattie, curare la pelle, andare in palestra.

Nonostante ne siano consapevoli molte persone fanno poco in merito a questo, figuriamoci per migliorare la situazione del loro apparato fonatorio di cui la consapevolezza è quasi pari a zero!

Eppure anche il modo in cui respiriamo, parliamo e la voce che usiamo hanno un grandissimo impatto sulla nostra salute mentale ed emozionale, e sulla nostra vita.

Anche nella consapevolezza sulla nostra estetica c’è un grandissimo disequilibrio.

Com’è il tuo “vestito vocale”?

Cerchiamo tutti di migliorare la nostra immagine estetica

Cerchiamo di migliorare la nostra estetica:

  • allenando il fisico,
  • truccandoci,
  • andando dal parrucchiere,
  • dall’estetista,
  • comprando costosi vestiti
  • o accessori per abbellirci e identificare il nostro stile.

Ma che stile hai quando parli?

Che stile ha la tua voce?

Quando parli riesci davvero a comunicare ciò che vuoi? O passa un’immagine di te diversa da quello che sei?

Dai importanza all’Estetica della tua Voce?

La stragrande maggioranza delle persone non hai mai fatto niente per curare, allenare e migliorare la propria voce, niente per migliorare la loro pronuncia; non si sono mai curati della loro espressività.

La loro voce è come un omone obeso, con il diabete, i brufoli e a rischio di attacco cardiaco, vestito di stracci, spettinato e sporco. Ma loro non se ne rendono conto.

Continuano a vivere come se il loro modo di parlare non importasse… quando in realtà definisce tutta la loro vita e i rapporti con gli altri!

Ma non per tutti è così.

Nella vita di molte persone arriva il momento in cui ci si rende conto che è arrivato il momento per migliorare lo strumento di comunicazione primario della nostra vita.

Si capisce finalmente che la Voce e la Pronuncia sono il metro con cui le altre persone misurano e percepiscono la nostra cultura, la nostra preparazione, affidabilità e credibilità.

Proprio per questo sempre più persone prendono la decisione di cominciare a far qualcosa per migliorare e curare anche l’estetica della loro voce.

Molte volte però sono spaesate, perché non sanno come procedere e cosa fare.

Ecco perché abbiamo preparato un’intera area gratuita dove puoi trovare tante risorse per approfondire proprio questi temi!

Nell’Area Gratuita riservata troverai, ebook, video, lezioni, report, interviste e altro ancora con cui:

  • Scoprirai i più frequenti errori della tua Voce e Dizione e come eliminarli.
  • Apprenderai come migliorare il tuo modo di parlare per essere più Credibile, Autorevole ed Efficace.
  • Ti svelerò quali sono le migliori risorse che hai a disposizione per migliorare.
  • Scoprirai quali sono le 3 Aree su cui devi lavorare e come allenarti con facilità pochi minuti al giorno.

Grazie alle risorse che avrai a disposizione otterrai finalmente una mappa precisa di cosa dovrai fare da subito per migliorare tutti gli aspetti della tua voce ed ottenere più risultati quando parli con gli altri.

Clicca qui di seguito e accedi a tutte le risorse di altissimo valore nell’area riservata gratuita.

Si, Voglio accedere Adesso all’Area Gratuita e migliora la tua voce! >>

Elementi Espressivi e Respirazione Diafarammatica

Come ottenere la tua voce più bella

Vi è mai capitato di annoiarvi a morte a una conferenza, durante un corso, oppure durante una presentazione?

Rassicuratevi, non è colpa della vostra mancanza di concentrazione, se siete distratti probabilmente è dovuto al fatto che il vostro interlocutore non sa usare bene gli elementi espressivi della voce ne la corretta respirazione diaframmatica, risultando così monotono, lento, piatto.

Chi svolge professioni che richiedono di saper parlare in pubblico, ma anche chi utilizza la voce quale strumento di “vendita” – sia che la usi per mostrare sé stesso in maniera convincente e con sicurezza, sia per vendere prodotti o servizi – dovrebbe innanzitutto eseguire un semplice ma indispensabile test: registrare la propria voce e riascoltarla.

Che tipo di voce avete?

Cristallina, limpida oppure rauca, nasale, o ancora fioca, cupa, piena, chiara, alta o bassa…

È matematico: alla maggior parte di noi non piace affatto la propria voce registrata. Ma questo è il primo, fondamentale passo per capire che è necessario fare qualcosa per migliorarla. E tutti, ma proprio tutti possono trarre grande vantaggio da alcuni semplici accorgimenti.

Certo, perché avere una bella voce o un bel timbro non è sufficiente per attirare l’attenzione ed essere ascoltati: tono, colore, volume e ritmo…

Gli ingredienti chiave della ricetta che renderà la vostra voce irresistibile sono: elementi espressivi e respirazione diaframmatica.

Gli elementi espressivi della voce

Il tono della voce serve a comunicare l’emozione sottesa a quello che stiamo dicendo: allegro, serio, autorevole, triste, annoiato, irritato, arrabbiato, sicuro, spaventato. A ogni emozione corrisponde un tono di voce che ce la comunicherà immediatamente. Ecco perché lavorare sul tono della voce è importante per trasmettere ed entrare in contatto con chi ci ascolta.

Il colore della voce è il timbro, quello cioè che ci consente di distinguerci da chiunque altro quasi fosse un’impronta digitale ed è legato al nostro esclusivo e inimitabile modo di utilizzare corde vocali, respirazione e tutti gli organi preposti all’emissione del suono.

Il volume è invece naturalmente l’intensità del suono che emettiamo. Alto o basso a seconda che si usi la voce di petto o quella di diaframma, nella vita quotidiana utilizziamo un mix di entrambi: tutti abbiamo sperimentato situazioni nelle quali un volume basso era il più indicato come per esempio nelle relazioni affettive.

Imparare a modulare il proprio eloquio con ritmo adeguato, ci consente di catturare e trattenere l’attenzione. E’ un’abilità indispensabile per chi parla in pubblico, tiene corsi oppure svolge professioni in cui deve relazionarsi con clienti, fornitori, dipendenti…

Guarda anche questo video per capire di più sugli elementi espressivi:

La respirazione diaframmatica

Uno degli elementi più importanti per modulare e migliorare la propria voce è la respirazione:

non dovrà essere superficiale ma profonda, dovrà cioè utilizzare il diaframma, l’organo più importante per chi utilizza la voce in modo professionale.

Questo muscolo membranoso e mobile, che divide la cavità toracica da quella addominale, funziona come una sorta di mantice.

Imparare ad utilizzarlo in modo efficace significa ampliare la capacità di immagazzinare aria nei polmoni e un miglior controllo di quella che espiriamo.

Una buona respirazione vedrà quindi l’addome alzarsi quando inspiriamo ed abbassarsi quando espiriamo.

Imparare a respirare in modo completo ed eseguire alcuni semplici esercizi, come quelli che spieghiamo nel corso Dizione Digitale Online, vi permetterà di trovare tono, colore volume e ritmo. Al termine di questo percorso la vostra voce migliorerà e resterete stupiti di quanto potrà essere diversa.

Cercate di eseguire gli esercizi con costanza, quotidianamente, solo così la vostra voce continuerà a essere piacevole, bella da ascoltare, affascinante, in altre parole irresistibile!

La Voce nel Business

Perché una Voce migliore e una Dizione corretta migliorano il business

La voce può fare la differenza anche nei rapporti lavorativi?
Un venditore si può accontentare di come parla o è meglio se migliora ad utilizzare il suo primario strumento di lavoro, ovvero la voce?

Abbiamo Visto in uno degli scorsi articoli quanto la voce può fare la differenza dei rapporti personali… ma anche nel business ha la sua grande importanza!

La tua voce dice a tutti chi sei

Si sa che la prima impressione è tutto.

Come si dice: solo guardandoci, in un istante, le persone si fanno un’idea di noi e poi passano tutto il resto del tempo a cercare indizi per confermare la loro idea.

Questo non succede solo con il nostro aspetto fisico, abbigliamento e portamento, ma avviene anche nel momento in cui iniziamo a parlare.

Non appena gli altri sentono la nostra voce, nei primi 3 secondi, si sono già creati un’immagine delle nostre capacità, del nostro livello sociale, del nostro possibile lavoro, del nostro successo personale o lavorativo, del nostro carattere, ecc.

Ma moltissime volte questa immagine non è corretta. Tuttavia nel momento in cui apri bocca, anche al telefono, qualcosa di te passa, e l’altra persona ti mette un’etichetta.

A tutti è successo: sentiamo qualcuno che parla e….

  • se è simpatico, ci coinvolge e ci fa sentire bene, gli mettiamo delle etichette tipo: “simpatico” “un grande!” “affascinante” “equilibrato” “professionale” “piacevole”…
  • se invece la sua voce ha altre caratteristiche, le etichettano diventano: “fastidioso” “ignorante” “cretino” “pesante” “noioso” “negativo”…

Ecco che allora alcune persone iniziano a starci simpatiche, altre antipatiche, con alcune proviamo piacere nello stare in loro compagnia, altre preferiamo evitarle.

Questo succede nella vita personale, ma anche in quella professionale.

La voce nel business

Chi si occupa di business e di vendita dovrebbe pensare a questo.

Il buon imprenditore cerca di impostare la sua strategia di marketing per trasmettere una certa immagine e determinati valori così rappresentare il proprio Brand e ottenere un giusto posizionamento nella mente dei clienti.

Proprio per questo dovrebbe anche chiedersi se il modo di comunicare dei suoi dipendenti verso i clienti trasmette davvero l’immagine e i valori della marca.

La Voce diventa il packaging del venditore e un valore aggiunto al marketing del prodotto e dell’azienda.

Guarda questo video dove Alberto Ranzato intervista un cliente di Dizione Digitale, l’imprenditore nel settore moda Corrado Manenti di My Scarf in a Box:

Dopo aver visto questa intervista, se vuoi vedere anche altre TESTIMONIANZE sul Corso di Dizione Digitale!

Quali sono i principali problemi di voce e dizione?

I difetti più comuni di chi comunica male

Ecco alcune delle domande basi sulle problematiche principali legate alla voce e dizione:

Quali sono i difetti principali nella pronuncia dell’italiano che la maggior parte delle persone commette?

Quali sono quei difetti che più di tutti diminuiscono la tua efficacia comunicativa e danneggiano la tua immagine?

Accendi le casse e scopri quanto la tua provenienza regionale influisce negativamente sulla tua efficacia comunicativa.

Cadenza Dialettale

Le cadenze dialettali o le cadenze linguistiche possono essere molto forti.

E’ proprio la cadenza dialettale che spesso accende negli altri uno stereotipo o pregiudizio negativo verso di noi.

E’ proprio la cadenza dialettale che rende la vita dei venditori più difficile.

Pensa banalmente agli operatori di call center, dalle prime parole senti subito che hanno un accento straniero e già capisci… alzi gli occhi al cielo e ti dici “uff! un altro call center!”… non è vero?

Non solo per gli operatori di call center quindi è svantaggioso avere una forte cadenza dialettale o linguistica ma anche per qualsiasi altro venditore o professionista. La cadenza dialettale è meglio ridurla il più possibile e acquisire una parlata più neutra. I tuoi affari ne beneficeranno!

Ortoepia: il suono di Vocali e Consonanti

Compreso nello studio della dizione c’è lo studio dell’ortoepia, ovvero la corretta pronuncia della lingua e in particolare dei suoni di vocali e consonanti.

Proprio a causa delle influenze dialettali in ogni regione le parole della lingua italiana si pronunciano in modo leggermente diverso:

  • si confonde il suono delle E aperte e chiuse,
  • oppure quello delle O aperte e chiuse,
  • si sbaglia l’accentazione: si fa confusione su accento tonico o accento fonico
  • oppure si pronunciano male le consonanti. Ad esempio in alcune regioni le T si pronunciano D, oppure non si pronuncia bene gruppo GL (come in coniglio)
  • e molti altri errori ancora

Sono infatti tantissimi gli errori di pronuncia che le persone commettono mentre parlano.

Anche chi pensa o crede di parlar bene in realtà, spesso, sbaglia molte cose; infatti resta davvero sorpreso quando si accorge che in realtà la maggior parte delle parole le pronuncia sbagliate!

In realtà chi non ha mai fatto nulla per migliorare la propria voce o non ha mai studiato dizione, commette sicuramente parecchi errori, e se è convinto di parlare correttamente è solo perché soffre dell’effetto Dunning-Kruger.

Monotonia Vocale

Ci sono persone che annoiano mortalmente quando parlano. Ne abbiamo parlato anche in questo altro nostro articolo specifico sulla monotonia.

La monotonia è un’errata abitudine comunicativa che però danneggia tantissimo l’efficacia nella comunicazione.

Ciò che invece bisogna imparare a fare è variare e modulare la voce così da coinvolgere maggiormente chi ci ascolta e rendere più piacevoli i nostri discorsi.

VOLUME troppo alto/basso

Non è il Tono. E’ il VOLUME quell’elemento espressivo che può disturbare i tuoi vicini quando parli al telefono!

Il Volume è la forza, l’Intensità con cui parli. Si può parlare entro due estremità: con un volume molto alto (gridando) o molto basso (sussurrando).

Chiaramente nel linguaggio normale dovremmo tenere un volume medio, tuttavia diverse persone non hanno la consapevolezza del volume che usano e così parlano troppo piano (e le persone continuano a chiedere “scusa non ho capito, puoi ripetere?”) oppure troppo forte (in questo caso chi è vicino fa spesso smorfie di fastidio e dice “puoi parlare più piano per favore?”).

Altre problematiche

Ci sono davvero ancora tante altre possibili problematiche legate alla voce e alla dizione e non è possibile categorizzarle tutte in un articolo.

Ci potrebbero essere altri errori di articolazione, di uso del tono della voce e del ritmo dell’eloquio; e altri errori ancora!

Ogni persona, a seconda della sua zona di origine, della sua storia, del suo carattere, delle sue abitudini, ha il suo particolare modo di parlare con i suoi difetti individuali.

Molte volte le persone non sono consapevoli di tutti gli errori che commettono (ovviamente, altrimenti li avrebbero già risolti!)…

Proprio per questo motivo è utile confrontarsi con un esperto che ti possa dire quali difetti o errori più importanti commetti e se e come potresti migliorare.

Noi di Dizione Digitale ti possiamo aiutare con una consulenza gratuita.

Ti basta accedere alla nostra Area Gratuita, compilare il questionario e riceverai al più presto una telefonata da un nostro trainer!

Perché la tua voce registrata non ti piace?

Hai mai ascoltato una tua registrazione e pensato:
“questa non può essere la mia voce!” ?

Al 99% delle persone non piace ascoltare la loro voce registrata.

Se la tua voce non ti piace potrebbero esserci due motivazioni: o effettivamente è migliorabile, e/oppure non sei abituato ad ascoltarla.

Nel corso di questo articolo vedremo di analizzare entrambe le opzioni.

Partiamo dalla prima:
la tua voce registrata non ti piace perché effettivamente ha dei difetti.

A questo punto ho due notizie per te, una brutta e una bella.

Brutta notizia: Gli altri ascoltano esattamente la voce che a te non piace, per cui domandati, perché agli altri dovrebbe piacere la tua voce se a te per primo non piace?

Buona notizia: La voce si può cambiare! Puoi farla diventare più bella!

Per capire come migliorare la tua voce puoi trovare sul nostro sito diversi articoli che parlano di questo. Ad esempio:

In questo articolo parliamo proprio di come avere una bella voce.

Puoi anche vedere su questa pagina perché al giorno d’oggi diventa sempre più importante migliorare la propria voce e dizione.

Seconda motivazione: non sei abituato ad ascoltarla.

Qui si apre un discorso duplice, infatti la tua voce registrata potrebbe non piacerti per due fattori:

  • per una questione puramente acustica,
  • e per un fattore psicologico.

Comincia a guardare questo video dove Alessandra de Luca ti spiega perché non ci piace la nostra voce dal punto di vista acustico:

Primo aspetto: l’acustica

Noi ascoltiamo la nostra voce in due modi:
  1. per “conduzione aerea“, attraverso l’aria insomma.
  2. dall’interno. Cioè quando siamo noi a parlare.

Noi percepiamo i suoni, anche della nostra voce, attraverso il nostro orecchio esterno, tramite la vibrazione dei timpani.

Queste vibrazioni sono percepite dal nostro cervello come suoni ben precisi e, nel caso della voce, elaborate dal nostro cervello per farci comprendere le parole.

Quando ascoltiamo la nostra voce mentre parliamo però ascoltiamo anche il suono che proviene dall’interno.

Il suono quindi, che parte dalla vibrazione delle corde vocali, ci giunge all’orecchio interno attraversando anche le ossa del cranio e i tessuti, come ad esempio la laringe e i muscoli della faccia.

Perciò mentre parliamo, ciò che sentiamo è una combinazione tra il suono interno ed esterno della nostra voce.

Ecco perché la nostra voce normalmente ci sembra più profonda rispetto a quella che ascoltiamo registrata: si mescolano le frequenze più alte che arrivano al nostro orecchio esterno attraverso l’aria, con le frequenze più basse che arrivano al nostro orecchio interno attraverso il corpo.

Quando ascoltiamo invece la nostra voce registrata invece percepiamo solo i suoni derivanti dalla “conduzione aerea”.

Inoltre c’è da dire che molti microfoni distorgono, in modo più o meno marcato, la nostra voce. Perciò la voce registrata non è quasi mai perfettamente identica alla voce “originale”.

Secondo aspetto: il fattore psicologico

Ecco il secondo fattore che fa si che noi non ci piace la nostra voce registrata: non siamo abituati ad ascoltarla e quindi non ci riconosciamo.

Ognuno di noi, normalmente, si guarda allo specchio almeno una volta al giorno. Perciò il nostro cervello acquisisce l’abitudine di riconoscere l’immagine che vede allo specchio con noi stessi, con il nostro viso.

Immagina di non guardarti allo specchio per, ad esempio, dieci anni. Immagina anche di non fare mai nulla per curare la tua immagine, quindi senza tagliare barba e capelli.
Probabilmente quando ti riguarderai allo specchio dieci anni dopo avrai difficoltà a riconoscerti!

La maggior parte delle persone spesso passa molto tempo senza ascoltare frequentemente la propria voce e registrata, e nemmeno fa nulla per curarla o allenarla.

Quindi quando, quelle rare volte in cui lo fa, ascolta la sua voce registrata… non si riconosce!

Per questo il primo pensiero che viene alla mente è “ma questo sono io? oddio! che vergogna!” 🙂

Come risolvere?

Per risolvere questo “problema” psicologico del proprio riconoscimento c’è un solo consiglio, molto semplice: registrati e ascoltati più spesso.

E’ esattamente questo il motivo per cui, nello studio di voce e dizione si consiglia di registrarsi e riascoltarsi spesso:
per abituarsi al suono della propria voce e per riconoscere gli eventuali errori che si commettono e quindi allenarsi per sistemarli.

Ho parlato di tutto questo in modo ancor più dettagliato in questo nuovo articolo dove ti suggerisco anche diversi consigli ed esercizi per migliorare la tua voce (“Voce Registrata: Scienza e Psicologia del Suono”)

Se invece vuoi iniziare subito un percorso di miglioramento della tua voce e dizione per parlare meglio in pubblico, in video, nei podcast, nelle interviste, e in tutte le altre situazioni della tua vita personale e lavorativa…

… allora richiedi subito un appuntamento per una Analisi Gratuita della tua Voce e Dizione >QUI<

Buon allenamento! E ricorda: registra e ascolta la tua voce!

Alberto Ranzato , il Tuo Vocal Communication Coach

Alessandra De Luca. Una storia Incredibile, che attraversa un’altra carriera, nel marketing e nella comunicazione, ma che segue e realizza un sogno: Lavorare con la Voce.